Bach e Kapustin – Grande Andaloro

Catania. Andaloro è uno dei virtuosi di pianoforte più ricchi di talento. Nato nel 1982 a Palermo si esibisce in concerti fin da bambino ed è stato premiato da un capo all’altro del mondo da Tokyo a Hong Kong, da Londra alle Americhe. Ieri sera è stato protagonista di una serata indimenticabile della rassegna Classica Internazionale di cui direttrice artistica è la squisita pianista e raffinata musicologa Giulia Gangi. Il Teatro Musco di Gravina che ha ospitato l’evento ha vissuto due ore di vive emozioni, perchè Andaloro ha proposto una antologia intensa di capolavori della tastiera: dal Frescobaldi della “Follia” (l’eroico furore dell’estremo rinascimento prima delle scontrose ombre della controriforma italiana) fino ai sogni musicali del nostro contemporaneo Nikolai Kapustin (intrecci di note avviluppate in una danza frenetica di toni e di accenti che ritraggono realisticamentei sobbalzi della vita attuale: e in mezzo gli accenti solenni di Bach (ripensati dall’impressionismo di Busoni), i languori di Messiaen, gli ardori di Stravinsky (in un tango a metà tra le pampas e la Slavia), le danze popolari di Bartòk e gli impasti sonori di Ligeti. La storia degli stili musicali che hanno preceduto e seguito la classicità. E di ognuno l’artista ha fatto vivere il vario stile, i sentimenti la vita. Esperienze rarissime e indimenticabili. Il pubblico (tra cui molti giovani e giovanissimi) ha applaudito freneticamente alle musiche in programma e ai fuoriprogramma che le hanno seguite. ..

SERGIO SCIACCA – LA SICILIA, Lo Spettacolo 14.01.2013

“Andaloro è uno dei virtuosi di pianoforte più ricchi di talento”

SERGIO SCIACCA - LA SICILIA
Giuseppe Andaloro pianist