Il concerto – Il Live allo Sperimentale di Ancona per la stagione degli Amici della Musica

Possiamo definirla subito una gara concertata di bravura a due? Una convergenza di ripiani strumentali a due voci perfettamente amalgamati tra loro, capaci di attrarre il pubblico con un magnetismo sonoro disvelato in un crescendo di straordinaria vitalità ritmica, affiancato peraltro da momenti di “fisicità” espressiva dei gesti che accompagnano la musica in foggia di “illusionisti” dello strumento?

Una gara di bravura

Sì, possiamo definirla come sopra, l’esibizione in oggetto, perché nel concerto allo Sperimentale di Ancona (stagione degli Amici della Musica) Giovanni Sollima al violoncello e Giuseppe Andaloro al pianoforte hanno offerto una prova incandescente della loro tecnica applicata ai suoni, accompagnate da un’arte dell’improvvisazione calibrata di volta in volta sui brani che componevano il programma: un programma esteso dal Seicento inglese di Dowland, attraverso lo Shostakovich e lo stesso Sollima in veste di compositore, fino ad alcuni coinvolgenti saggi di rinomati complessi rock dei nostri anni. E se l’atmosfera trasognata e nostalgica di “Flow my tears” (Dowland) si mimetizzava in libere vibrazioni strumentali; se la Sonata in re minore di Shostakovich rifluiva in un decorso di sorvegliata maestria, rotto qua e là da irruenze timbriche acute; se infine lo stesso Sollima del Tema de “Il Bell’Antonio” e del “Bestiario di Leonardo” faceva cogliere un suggestivo profumo di colonna onora e poi un ripiano di marchetta sorniona e dissonante, la rielaborazione dei pezzi dei Gentle Giant, degli Area e dei King Crimson, fino alla stupenda “Bohemian Rhapsody” dei Queen, rifletta in tutta la sua intima e toccante espressività, dava conto della brillantezza virtuosistica dei due esecutori: una sorta di “band” ridotta con tan to di note sincopate e di rincorse in glissando. Applausi fragorosi, in chiusura.

Fabio Brisighelli – Corriere Adriatico 12.02.2019

“Sollima e Andaloro, una gara di bravura”

Franco Brisighelli, Il Corriere Adriatico