You are here:: Biography Italiano
 
 

Biografia

E-mail Stampa PDF


Giuseppe Andaloro, Pianoforte - Premio Busoni.


E' nato a Palermo il 21 gennaio 1982. Dotato di raro talento, sin da piccolo ha iniziato lo studio della musica e del pianoforte esibendosi in concerto già a 8 anni e a 14 come solista con l'orchestra nella Sala Scarlatti di Napoli e a seguire nella Sala Verdi di Milano. Allievo del compianto Maestro Sergio Fiorentino, giovanissimo ha completato gli studi pianistici al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano con lode e menzione d'onore sotto la guida del Maestro Vincenzo Balzani. Si e' perfezionato in Musica da Camera presso lo stesso Conservatorio Verdi e il Mozarteum di Salisburgo.

Nel 2005 ha vinto il Primo Premio e
tutti i Premi Speciali al 55° Concorso Internazionale Pianistico "Ferruccio Busoni" di Bolzano presieduto da Maria Tipo. Era stato già vincitore di Medaglia d'Oro ai prestigiosi concorsi WFIMC: "London World Piano Competition", "Cidade do Porto International Piano Competition", "Sendai International Piano Competition", oltre che al "Rabat International Grand Prix de Piano" presieduto da Andrzej Jasinskj, al Concorso Internazionale Pianistico "Alfredo Casella" di Napoli presieduto da Aldo Ciccolini, al Concorso Internazionale Pianistico "Francesco Durante" di Frattamaggiore presieduto da Dario De Rosa, al Concorso Nazionale "Premio Venezia" in cui gli fu anche assegnato il Premio Speciale "A. Casella", Secondo Premio nel 2000 al Concorso Internazionale Pianistico "Alessandro Casagrande" di Terni (primo premio non assegnato) e in precedenza Semifinalista sia al "Arthur Rubinstein International Piano Master Competition" di Tel Aviv che al "Unisa International Piano Competition" di Pretoria.

Nel 2011, infine, a conclusione di una straordinaria e fulminante carriera concertistica giovanile, ha vinto la Medaglia d'Oro al "Hong Kong International Piano Competition", con giuria presieduta dal leggendario pianista e direttore d'orchestra Vladimir Ashkenazy.


Giuseppe Andaloro è invitato ad esibirsi presso famose istituzioni musicali come il Teatro La Scala, Teatro Dal Verme, Auditorium e Sala Verdi di Milano, la Grobes Saal del Mozarteum di Salisburgo, Sala Santa Cecilia e Sala Sinopoli del Parco della Musica e Cappella Paolina del Palazzo del Quirinale di Roma, la Royal Festival Hall, Queen Elisabeth Hall e Charterhouse di Londra, Gasteig di Monaco, Teatro San Carlo e Sala Scarlatti di Napoli, Salle Gaveau, Salle Cortot e Palais Des Arts di Parigi, Konzerthaus di Berlino, Sumida Triphony Hall, Pablo Casals e Metropolitan Art Museum di Tokyo, Concerts Hall di Hong Kong, Bucarest George Enescu Auditorium, Praga Rudolphinium Dvorak Hall, Beirut Emile Bustani Auditorium, Pechino Bravoce Classic, Sapporo Kitara Concert Hall, Teatro Massimo e Politeama Garibaldi di Palermo, Toronto Walter Hall, Teatro Grande di Brescia, Teatro Donizetti di Bergamo, Sheldonian Theatre di Oxford, Esplanade Auditorium di Singapore, Teatro Petruzzelli di Bari, Sala Maffeiana di Verona, Teatro Lirico di Cagliari, Teatro Caio Melisso di Spoleto, Pretoria Old Mutual Hall, Montevideo Sodre Auditorium, Teatro Carlo Felice di Genova, Teatro La Pergola di Firenze, Dortmund Harenberg City Center, Teatro Massimo Bellini di Catania, Fazioli Concerts Hall di Sacile, Teatro Luigi Bon di Udine, Klavier House di New York, Anfiteatro Simon Bolivar di Mexico City, Auditorio del Sodre di Montevideo, Teatro Petruzzelli di Bari, Walter Hall di Toronto, Elmau Scloss, Teatro Vespasiano di Rieti,  Osaka Phoenix Hall, Porto Auditorio do Rivoli, Berna Paul-Klee Zentrum, Teatro Olimpico di Vicenza, Atene Bizantyne Museum, Buenos Aires Fernandez Museum, New York Klavier House, Belgrado Kolarac Hall, Cracovia Philharmonic Hall, Sendai Grand Hall, Fort Worth Bass Performance Hall, Tel Aviv Recanati Auditorium, Oriente Theatre di Santiago del Cile, Sinagoda di Novi Sad, Rabat Mohamed Theatre, Tucuman Teatro San Martin, Cainta City Auditorium, Mumbay Experimental Theatre. Ha eseguito 26 tournée nelle principali citta del Giappone.


Il suo repertorio spazia dalla musica rinascimentale fino alla moderna e contemporanea che comprende anche due sue trascrizioni per due violoncelli e due pianoforti de "La Sagra della Primavera" di Igor Stravinskij e de "La Valse" di Maurice Ravel già debuttate in prima mondiale al Teatro Politeama Garibaldi di Palermo nel 2011, oltre che allo Chopin Festival di Hong Kong, nella Sala dei Concerti dell'Università La Sapienza di Roma, all'Auditorium del Parco a L'Aquila, nella Sala Verdi del Conservatorio di Milano, nella Sala dei Concerti del Conservatorio di Torino e al Teatro Luigi Bon di Udine. 

Vanta prestigiose collaborazioni artistiche:

- con numerose primarie orchestre internazionali come London Philharmonic Orchestra, NHK Symphony Orchestra di Tokyo, Singapore Symphony Orchestra, Hong Kong Philharmonic Orchestra, Philharmonische Camerata Berlin, London Mozart Players, Orchestra Sinfonica dell'Accademia Nazionale Santa Cecilia di Roma, Orchestra Sinfonica di Milano Giuseppe Verdi, Orchestra Sinfonica del Teatro San Carlo di Napoli, Wuhan Philharmonic Orchestra, Orchestra Sinfonica del Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Sinfonica Haydn di Bolzano e Trento, London Chamber Orchestra, Orchestra di Padova e del Veneto, Orchestra di Roma e del Lazio, Orchestra Filarmonica Marchigiana, Orchestra Ico della Magna Grecia, Orchestra Sinfonica del Teatro Carlo Felice di Genova, Orchestra del Festival di Brescia e Bergamo, Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, Orchestra del Teatro Verdi di Terni, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra Sinfonica del Teatro Lirico di Cagliari, Orchestra dei Solisti Veneti, Czech Philharmonic Orchestra, London Metropolitan Orchestra, Moldava Symphony Orchestra, Orquestra Sinfonica Nacional do Porto, Manila Symphony Orchestra, Kracow Philharmonic Orchestra, Orchestra Virtuosi Italiani, Nuona Orchestra da Camera Fiorentina, Nuova Orchestra Scarlatti di Napoli, Miskolc Philharmonic Orchestra, Orchestra Roma Sinfonietta;

- con direttori del calibro di Vladimir Ashkenazy, Gianandrea Noseda, Andrew Parrott, José Serebrier, Pier Carlo Orizio, Jiulian Kovatchev, Johannes Wildner, Daniele Giorgi, Tomasz Bugaj, Michael Guttler, Giuseppe Lanzetta, Alan Buribayev, Umeda Toshiaki, Donato Renzetti, Ola Rudner, Alexander Shelley, Daniele Moles, Peter Altrichter, George G. Rath, Gunter Neuhold, Arturo Molina, Ovidiu Balan, Lu Jia, Gustavo Guersman, Maffeo Scarpis, Lothar Koenigs, Michele Mariotti, Alberto Martini, Shigeo Genda, Sergio Alapont, José Luis Gomez Rio, Alexander Sladkovsky, Zhang Xian, Gabriele Bonolis, Epifanio Comis, Elio Boncompagni, Itoh Sho, James Feddeck, Gabriele Bonolis, Daniel Smith;

- con il Quartetto d'Archi della Scala (Francesco Manara, Daniele Pascoletti, Simonide Braconi, Massimo Polidori), Logos Quartet (Michael Brooks-Reid, Magnus Johnston, Joel Hunter, Pierre Dumenge), Monika Leskovar & Friends (Yury Revich, Aleksandar Milosef, Pierre Doumenge, Monika Leskovar, Mario Ivelja).

- con solisti come Sarah Chang, Giovanni Sollima, Svetlin Roussev, Sergej Krylov, Alvaro Pierri, Anna Tifu, con l'attore John Malkovich per uno speciale progetto.

Nel 2005 è stato premiato per "Meriti Artistici" dal Ministero Italiano per i Beni e le Attività Culturali, nel 2009 ha ricevuto il "Premio per la Musica Elio Vittorini" e nel 2012 il "Premio Nino Carloni come Migliore Giovane Interprete Italiano".

Compatibilmente con l'intensa attività concertistica e di studio, tiene dei corsi di alto perfezionamento e master classes presso i conservatori di musica di Palermo, Trento, Cagliari, Foggia, Rimini, Caltanissetta, presso l'Accademia Piano Friends di Milano, l'Accademia Tadini di Lovere, l'Accademia Pianistica di Giardini Naxos e all'estero presso la Tokyo Showa University, la Fresno California State University, l'International Keyboard Academy of Thailand, la Kuala Lumpur Chopin Society, la Tom Lee Academy Hall di Hong Kong, la Bangkok Nat Studio, la Yayasan Music Jakarta, la Siam Kolkarn Ratchadapisek Music School, Belgrado University of Music.

E' stato membro di giuria presso alcuni importanti concorsi pianistici e di musica, inclusi il Casagrande di Terni, il Grand Prix de Piano di Rabat, il "Marco Bramanti" di Massa e Carrara, il Premio delle Arti di Trieste, il Premio Pausylipon di Napoli, il Concorso Internazionale Pianistico di Caraglio. Inoltre, è stato ospite solista presso alcuni tra i piu famosi festival internazionali di musica, inclusi il Ruhr Klavier Festival, il FestSpiele di Salisburgo, il Due Mondi di Spoleto, il Festival Internazionale di Musica di Brescia e Bergamo, il Beirut Al Bustan Festival, lo Hong Kong Joy Festival, il Sendai Classical Festival, lo Jimenez di Morelia and Mexico City Music Festival, Ravello, lo Duszniki-Zdroj Chopin Festival, il Praha Festival, l'Osor Festival, il Mecklenburn Vorpommern, l'Hannover Bennigsen Rittergut, il Bodensee Lindau, il Bregenzer Festspiele, il Liepaja Piano Stars, e presso alcune emittenti radio/tv di musica classica: Rai-Radio3, NHK-BS2 Tokyo, BBC Radio3 Londra, Radio France Musique, Amadeus 103.7 Buenos Aires, Classic FM Radio Allegro Johannesburg, RTSI Lugano, Radiodifusao Portoguesa, Rai Radio3 Italia, German Radio SWR2, Radio Vaticana, WRR Dallas Radio Classica, Hong Kong Radio 4, Singapore Symphony 92.4 FM, Fresno Valley Public Radio. 

Ha al suo attivo numerose incisioni discografiche: per la rivista Amadeus con l'Orchestra del Festival di Brescia e Bergamo diretta da Pier Carlo Orizio, per la Fontec in Duo col violinista Tatsuo Nishie, per la Warner Music in Duo con la violinista Anna Tifu, per la rivista Suonare News, per la Naxos e per Sony. Il suo album "Cruel Beauty" registrato per Sony Classic è una "World Première" di musiche italiane del tardo Rinascimento e del primo Barocco, per la prima volta suonate e registrate con un pianoforte moderno. 

"Andaloro's Magic touch"  - The Times London

"Le sue straordinarie qualità, la sua intelligenza e il suo gusto musicale gli consentono delle scelte interpretative molto personali e affascinanti. Meritatissimo il suo primo premio al Busoni di Bolzano"  - Maria Tipo Presidente della Giuria

"Andaloro, un mito al piano"  - Il Giornale Firenze 10.10.2010